domenica 19 marzo 2017

Lorenzo De' Medici - Rime varie - Io pur sospiro


Io pur sospiro, e i sospir' vanno in vento;
io chiamo il suo bel nome, e non risponde;
io piango indarno, dolgomi e lamento;

L'umide luci mie più non asconde
un dolce sonno, e sento un fuoco drento
che m'arde sempre e i miei pensier' confonde.

Non posso più, o mia Speme fallace,
altro che lei o morte non mi piace. 

Sul canale di spreaker potrete trovare l'audio:

 https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./lorenzo-de-medici-rime-varie-io-pur-sosp

venerdì 17 marzo 2017

No light with snow





Ecco a voi il mio nuovo video! Un brano ambient elettronico suonato con una app trovata su google store...

Su youtube troverete il video:

https://youtu.be/SXD7EILL-eg

E su newgrounds solo l'audio:

http://www.newgrounds.com/audio/listen/734074

Per chi volesse seguirmi anche su facebook ecco il link della pagina:

https://www.facebook.com/Terroristi-musicali-production-51201297333/

Buon ascolto e grazie per la visione!

lunedì 13 marzo 2017

Lorenzo De' Medici - Rime varie - Se con dolce armonia





Se con dolce armonia due istrumenti

nella medesma voce alcun concorda,
pulsando l'una, rende l'altra corda,
per la confermità, medesmi accenti:


così par dentro al mio cor si risenti
l'imago impressa, a' nostri sospir' sorda,
se per similitudin si ricorda
del viso, ch'è sopra l'umane menti.


Amor, in quanti modi il cor ripigli!
Ché fuggendo l'aspetto del bel viso,
d'una vana pittura il cor pascendo,


o che non veggono altro i nostri cigli,
o che il pittor già fussi in paradiso,
lei vidi propria: or va' d'Amor fuggendo!


Sulla piattaforma di spreaker potrete trovare la lettura di questo testo al seguente link:


https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./lorenzo-de-medici-rime-varie-se-con-dolc

lunedì 27 febbraio 2017

Lorenzo De' Medici - Canti carnascialeschi - Canzona de' sette pianeti


Sette pianeti siam, che l'alte sede
lasciam per far del cielo in terra fede.

Da noi son tutti i beni e tutti i mali,
quel che v'affligge miseri, e vi giova;
 

Ciò ch'agli uomini avviene, agli animali
e piante e pietre, convien da noi muova:
sforziam chi tenta contro a noi far pruova;
conduciam dolcemente chi ci crede.

Maninconici, miseri e sottili;
ricchi, onorati, buon' prelati e gravi;


Sùbiti, impazïenti, fèr', virili;
pomposi re, musici illustri, e savi;
astuti parlator', bugiardi e pravi;
ogni vil opra alfin da noi procede.

Venere grazïosa, chiara e bella
muove nel core amore e gentilezza:


Chi tocca il foco della dolce stella,
convien sempre arda dell'altrui bellezza:
fère, uccelli e pesci hanno dolcezza:
per questa il mondo rinnovar si vede.

Orsù! seguiam questa stella benigna,
o donne vaghe, o giovinetti adorni:
tutti vi chiama la bella Ciprigna
a spender lietamente i vostri giorni,
senz'aspettar che 'l dolce tempo torni,
ché, come fugge un tratto, mai non riede.
 

Il dolce tempo ancor tutti c'invita
lasciare i pensier' tristi e' van' dolori:
mentre che dura questa brieve vita,
ciascun s'allegri, ciascun s'innamori.
Contentisi chi può: ricchezze e onori
per chi non si contenta, invan si chiede. 



Sulla piattaforma di spreaker potrete trovare la lettura di questo testo al seguente link:

https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./lorenzo-de-medici-canzona-de-sette-piane



domenica 26 febbraio 2017

Theremin soundscape





Un brano strumentale con venature molto cupe ed elettroniche con theremin e pad... per un ascolto migliore si consiglia l'uso delle cuffie!

Il video è disponibile sul canale di youtube al seguente link:

https://youtu.be/fUmrT5V4GzY

Mentre sul canale di newgrounds troverete l'audio:

http://www.newgrounds.com/audio/listen/730546

Per contattarmi potete inviarmi un messaggio sulla pagina facebook al seguente link:

https://www.facebook.com/Terroristi-musicali-production-51201297333/

Mentre per sentire qualche album potrete farlo su bandcamp:

https://terroristimusicali.bandcamp.com/

Buon ascolto e grazie per la visione!

venerdì 24 febbraio 2017

Francesco Petrarca - Il canzoniere - Solo et pensoso

 
Solo et pensoso i piú deserti campi
vo mesurando a passi tardi et lenti,
et gli occhi porto per fuggire intenti
ove vestigio human l’arena stampi.

Altro schermo non trovo che mi scampi
dal manifesto accorger de le genti,
perché negli atti d’alegrezza spenti
di fuor si legge com’io dentro avampi:

sì ch’io mi credo omai che monti et piagge
et fiumi et selve sappian di che tempre
sia la mia vita, ch’è celata altrui.

Ma pur sí aspre vie né sí selvagge
cercar non so ch’Amor non venga sempre
ragionando con meco, et io co’llui. 

Sulla piattaforma di spreaker potrete trovare la lettura di questo testo - assieme ad altri due sonetti tratti sempre da "il canzoniere" - al seguente link:

https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./petraca-3-sonetti 

Buon ascolto! 

martedì 21 febbraio 2017

Francesco Petrarca - Il canzoniere - La vita fugge et non s'arresta una hora




La vita fugge, et non s’arresta una hora,
et la morte vien dietro a gran giornate,
et le cose presenti et le passate
mi dànno guerra, et le future anchora;

e ’l rimembrare et l’aspettar m’accora,
or quinci or quindi, sí che ’n veritate,
se non ch’i’ ò di me stesso pietate,
i’ sarei già di questi penser’ fòra.

Tornami avanti, s’alcun dolce mai
ebbe ’l cor tristo; et poi da l’altra parte
veggio al mio navigar turbati i vènti;
 
veggio fortuna in porto, et stanco omai
il mio nocchier, et rotte arbore et sarte,
e i lumi bei che mirar soglio, spenti. 


Sulla piattaforma di spreaker potrete trovare la lettura di questo testo - assieme ad altri due sonetti tratti sempre da "il canzoniere" - al seguente link:

https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./petraca-3-sonetti

Buon ascolto!